Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

venerdì 24 settembre 2010

L'indice S&P500 potrebbe calare dell'11% entro fine anno

"L'indice Standard & Poor's 500 potrebbe calare fino a 1.000 punti entro la fine dell'anno" - dice Maurizio Piglia, responsabile investimenti della banca Savings & Investments a Auckland, Nuova Zelanda - "perché il debito privato pesa sulla domanda di beni e servizi e prima o poi ci sarà un riequilibrio, non può continuare ad esserci la domanda in calo e la Borsa, le obbligazioni e l'oro in salita".

"Il debito è un tremendo demoltiplicatore della domanda specialmente quando decresce" - dice Piglia, che gestisce un patrimonio di 105 milioni di dollari neozelandesi - "se andiamo a vedere i numeri reali americani scopriamo che la domanda degli Stati Uniti è in caduta libera sia nel 2009 che nel 2010, per questo non sono particolarmente ottimista".


7 commenti:

  1. Piglia è rimasto uno degli ultimi orsi in giro.
    Ottimi interventi come sempre, ottimo lavoro Vloganza.
    Peccato niente dibattiti qua sotto (questo è un suggirimento aprire il sito agli interventi), ne metterei in campo uno: l'andamento azionario non và visto alla luce della guerra a svalutare di TUTTE le valute (ieri si sono messi pure Brasile e Perù!)tranne l'euro?

    Federico

    RispondiElimina
  2. Ciao Federico e grazie. Il sito è sempre stato aperto a tutti gli interventi. Anch'io mi domando come mai i commenti sono pochi in confronto al numero di visitatori, qualcuno ha la risposta?

    Insieme alla corsa alla svalutazione della moneta noterei anche quella a mantenere bassi i tassi di interesse e l'euro (1%) ha i più alti contro Usa (0,25%), Giappone (0,1%), Gran Bretagna (0,5%)... e vedo di passare presto la tua domanda agli ospiti.

    RispondiElimina
  3. Beh Luciano potrei fare un paragone con la pista di una discoteca, quando qualcuno comincia a ballare poi piano piano tutti scendono in pista, gli uomini sono pecoroni! (sui mercati finanziari e non, nei comportamenti sociali ... e nei blog)
    Federico.

    RispondiElimina
  4. X Federico
    forse è come dici tu, ma Piglia sa il fatto suo. A suffragio di questo basta vedere la velocità con cui sta calando il GDP negli USA con tutte le implicazioni recessive del caso.

    XLuciano
    Riguardo al numero di commenti basso penso dipenda dal fatto che tutti gli invitati hanno una preparazione tecnica/economica non da poco e replicare ad affermazioni di analisti del calibro di Baron o Evangelista o dello stesso Piglia ( solo per citare quelli che conosco ) non è facile e si rischia di scrivere cose insatte o incomplete. Parlando di orsi perchè non provi ad intervistare Daniela Turri? è molto preparata e basa le sua analisi sulla teoria delle onde i Eliott, molto seguita negli USA (ma poco nota in Italia). Dalle ultime interviste dice che nei prossimi mesi molti titoli del settore bancario ed assicurativo dovranno tronare sui minimi di mar'09.... ciao

    RispondiElimina
  5. Si, Pierangelo, mi sembra un buon punto. D'altra parte non è detto che si debbano fare solo dotte contro affermazioni o mettersi per forza in competizione con gli ospiti, e certo si possono dire anche cose inesatte o incomplete. Penso a impressioni, dubbi e certezze, richieste di spiegazioni su un aspetto non chiaro o quant'altro salta in mente dopo avere visto un video.

    In ogni caso non voglio insistere troppo su questo argomento, sembra che mi stia lamentando mentre davvero non ne ho alcuna intenzione. Vloganza e appena nato e sta crescendo bene, eventualmente aumenteranno anche i commenti.

    Grazie a voi per lo stimolo.

    RispondiElimina
  6. Innanzi tutto Luciano ben ritrovato(ti ho sempre seguito con grande attenzione su Bloomber e mi era davvero dispiaciuto moltissimo la chiusura delle trasmissioni italiane).E complimenti per il lavoro che stai facendo...sicuramente ti darà belle soddisfazioni!!!
    Potresti chiedere ai tuoi ospiti per quanto possa essere sostenibile secondo loro la situazione di un mercato obbliazionario cosi tirato ed un mercato azionario che comunque non è lontano dai massimi di aprile scorso???
    Oltretutto guardando un grafico di lunghissimo mi va l'idea che fino a quando siamo sotto 1250 di sp500 il rischio di iniziare un nuovo cammino fortemente ribassista rimane assai elevato,nonostante tutto quel che stan facendo le banche centrali per ridurre la volatilità e gli high frequency trading program per anestetizzare il mercato
    Grazie e complimenti ancora

    RispondiElimina
  7. X Pierangelo

    Da inizio settembre/fine agosto il trade che hanno messo su in molti hedge ecc è:

    Premesso il QE2:
    Inflazione delle commodities, qe2 con acquisto di titoli di stato usa portando i tassi medio a zero! e pompaggio di liquidità nelle borse.

    C'è un'articolo su zerohedge di venerdì sera che spiega lo scenario. (scenario della disperazione USA e dell'inizio della guerra delle valute?).

    RispondiElimina

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".