Tra poco in video con Gaetano Evangelista - Amministratore unico di Age Italia da Bari: "La fiammata delle ultime settimane é stata inattesa e quindi mea culpa ma é una fiammata che dovrebbe rientrare, sul mercato italiano le prospettive non suggeriscono investimenti a cuor leggero, il rialzo degli indici non é giustificato dai dati economici e le probabilità non sono a nostro favore, il mio atteggiamento rimane di cautela a livello generale e di negatività sul nostro mercato fino a prova contraria" ~ Gli indici azionari degli Stati Uniti registrano nuovi massimi storici, mentre il mercato azionario italiano sale al massimo dell'anno e porta all'83 percento il rialzo dal minimo di due anni fa ~ Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi non esclude nuove misure di stimolo ma un'espansione del bilancio della Bce non implica necessariamente l'aumento della moneta in circolazione ~ L'indice Euro Stoxx 50 continua a salire anche se le sorprese macroeconomiche della zona euro risultano in prevalenza negative

mercoledì 16 giugno 2010

Azionario europeo misto; Nokia delude; Usa confermano la crescita industriale

Le Borse europee chiudono miste, il numero dei titoli positivi e negativi si equivale causando solo modesti spostamenti degl'indici. Nokia riduce le stime su fatturato e margini. Negli Stati Uniti aumenta la produzione industriale.

Nokia - il primo produttore mondiale di telefoni cellulari, un indicatore della tendenza della spesa dei consumatori - ha comunicato che le entrate e i margini del secondo trimestre saranno "nella parte bassa o leggermente sotto" le stime precedenti. Nokia ha ridotto anche le stime per l'intero anno a causa della debolezza dell'euro. La società di Espoo sta perdendo margini di guadagno dalla gamma alta dei suoi telefonini a favore dell'iPhone della Apple.

Un dato diffuso dalla Federal Reserve mostra che a maggio la produzione nelle fabbriche, nelle miniere e nel settore servizi degli Stati Uniti é aumentata dell'1,2%, dopo l'incremento dello 0,7% di aprile. La crescita maggiore dallo scorso agosto.

Salvatore Provinzano - Analista de IlNuovoMercato.it - si dice ottimista: "anche se ci vorrà ancora cautela per capire se quei minimi sono effettivamente i minimi di mercato. Fatto sta che al momento il mercato ci vuole credere e sta andando con forza verso questa decisione".


Nessun commento:

Posta un commento

Per commentare é necessario un indirizzo email "@gmail.com". Se non ce l'hai puoi farlo qui, oppure iscrivendoti al vlog. Altrimenti puoi usare una delle altre opzioni disponibili nel menù "Commenta come".